Corner catalano in libreria per la festa di Sant Jordi

La festa di Sant Jordi (S. Giorgio) nel corso degli anni si è trasformata in una peculiarità
della cultura e in un momento di rivendicazione dell’identità catalana. Per questo a molti
balconi di Barcellona e dell’intera Catalogna il 23 aprile viene esposta la senyera, la
bandiera del Paese, diventata uno degli elementi della giornata insieme a quelli
tradizionali, il libro e la rosa, che rappresentano la celebrazione della cultura e
dell’amore.
La festa, infatti, nasce a Barcellona nel XV secolo, soprattutto per fidanzati e innamorati,
basata sulla leggenda del cavaliere San Giorgio che salvò la figlia di un re uccidendo un
drago. Negli anni Venti del secolo scorso si aggiunse la promozione del libro, nella stessa
data che coincide con la morte di due grandi autori come Cervantes e Shakespeare. San
Giorgio, morto martire sotto Diocleziano, è il patrono della Catalogna dal 1456.
A Barcellona, e nel resto della Catalogna, il 23 aprile è consuetudine vedere le strade e le
piazze piene di bancarelle che vendono rose e libri. Si trovano volumi in tutte le lingue
ma in particolare libri in catalano o di autori catalani, in quanto quello di Sant Jordi è il
giorno della promozione e della difesa della lingua e della cultura catalane.
La Delegazione in Italia del Governo della Catalogna fin dalla sua apertura ha rilanciato la
celebrazione della festa di Sant Jordi sulla falsariga di quanto avviene a Barcellona.

Per questo motivo il 23 aprile nella nostra libreria e in tutte le librerie che aderiscono della Rete Librerie di Roma sarà allestito un corner per la vendita di libri di autori catalani tradotti in Italiano e l’omaggio, agli acquirenti di questi libri, di una rosa e di alcuni gadget. Questa iniziativa, nell’ambito del progetto “La Catalogna raccontata agli italiani” vuole spiegare storia,tradizioni, curiosità e letteratura catalane al pubblico italiano.

Recommended Posts